La storia di Ondina

Creatura camaleontica donata dal mare alla “Terra di Sardegna”.

All’interno una candela accende il riverbero del sole e la notte, riflette sul soffitto un cuore di luce pulsante di grande impatto visivo.

Il Bottone sigillo della donna sarda ha la caratteristica di assorbire una goccia di olio essenziale rilasciandola lentamente nell’ambiente circostante donando magia all’incontro con il cuore pulsante di luce.

Ondina è una scultura in maiolica, smaltata e incisa, arricchita da un bottone decorato; quest’ultimo se lo ungerete con qualche goccia di essenza erboristica, rilascerà per alcune ore il profumo, soprattutto se alla base accenderete una tea light. E in pieno buio, con la tea light accesa, vedrete proiettato sul soffitto, un cuore pulsante.

Elisabetta

 

Potrebbero interessarti

Dove-collage2

Joias su Dove

A Joias è stato dedicato un importante redazionale sull’edizione straordinaria della rivista di viaggi Dove, dedicata all’Italia migliore.

pareo orgosolo nero

Orgosolo, l’eleganza del suo costume

Anna porta con disinvoltura il costume tradizionale del suo paese, Orgosolo. Sfila, con le sue compagne, nelle processioni dell’Isola. Quando le ho chiesto cosa provi nel portare quelle sete e ricami eleganti si è commossa, in un attimo – mi ha detto – ritorna bambina e rivede sua nonna,...

IMGL7385-Modifica-Modifica – Copia

Casette raku

La casa è il vostro corpo più grande. Vive nel sole e si addormenta nella quiete della notte; e non è senza sogni. (Kahlil Gibran, Il profeta, 1923) Da bambina uno dei miei giochi preferiti era cercare di capire cosa stessero facendo le persone dentro casa… Mi ritrovavo soprattutto...